Facebook non è solo divertimento

Facebook non è solo divertimento

Facebook Ads può essere uno strumento pubblicitario abbastanza potente, che permette a tantissimi utenti di visualizzare un determinato sito, e naturalmente aumentare a dismisura le visualizzazioni e di conseguenza il fatturato. Facebook, oltre a Google, può essere considerato uno dei migliori metodi che si hanno per incrementare la crescita di un sito web.

Naturalmente i due motori di ricerca sono tanto diversi tra di loro, anche perché su Google la gente può cercare in modo attivo un prodotto o un servizio, e quindi è possibile intercettare devi futuri clienti in base a quanto cliccato sul motore di ricerca.

Mentre invece, su Facebook il prodotto il servizio di cui si parlava prima vengono introdotti in maniera passiva, per cui un cliente dovrà essere davvero colpito da un’immagine, un suono o una grafica per attivare in lui la voglia e il desiderio di cliccare su un determinato sito e successivamente di acquistare un prodotto.

Inoltre, è giusto dire che su un sito web come Facebook, i clienti vengono intercettati sulla base delle proprie caratteristiche personali, che studenti scrivono manualmente e spontaneamente prima di iscriversi alla piattaforma. Tali caratteristiche possono essere l’età, il luogo di residenza, gli hobbies, gli interessi, il sesso e il comportamento. Ovviamente, è giusto dire che sponsorizzare su Facebook non è affatto semplice, perché non tutti gli utenti ad esempio vogliono inserire le proprie caratteristiche personali, quindi il lavoro che svolgono, gli hobby che seguono, ecc.

Difficoltà e vantaggi della sponsorizzazione Facebook

Come in ogni cosa, anche Facebook può presentare dei vantaggi davvero importante, ma allo stesso tempo può creare dei problemi nelle sponsorizzazioni.

Come specificato poc’anzi, sono tanti gli utenti che raccontano, per così dire, a questa piattaforma le proprie attitudini personali, ma che altrettanto normale che un utente sia molto più restio a scrivere l’età, il luogo di residenza e tante altre generalità. Inoltre, una piattaforma come Facebook risulta molto più idonea sì si vuole sponsorizzare un brand, o un’azienda di abbigliamento, ma se sì possiede un’impresa diversa, come quella dei ventilatori industriali ad esempio, tutto risulta essere abbastanza complicato e difficoltoso. In tal senso, è sempre bene capire che ci sono dei limiti anche nei motori di ricerca, quindi è impossibile creare un target specifico del pubblico di Facebook, perché proprio come appena detto non è così semplice come può sembrare.

Come pubblicizzare un contenuto

Per attuare un remarketing su Facebook è sempre bene valutare Le generalità del proprio pubblico, osservando naturalmente tutte quelle che sono le caratteristiche più semplici, come la situazione sentimentale, la località di residenza, l’età e il sesso. Questa naturalmente la parte più facile da gestire, ma ci sono altri modi per guadagnare e sponsorizzare un prodotto su Facebook (vedi come fare https://www.gianpaoloantonante.it/come-targettizzare-su-facebook/). In primo luogo bisogna puntare sugli interessi.

Questo è un parametro di ricerca davvero importante e fruttuoso, che bisogna tenere in considerazione. Facebook infatti permette di dare un target al pubblico grazie soprattutto agli interessi di ognuno. Inoltre, dopo gli interessi è necessario guardare i titoli professionali. Una volta fatto ciò, è possibile simulare una per la clientela per il proprio sito web, e anche questo senso Facebook aiuta tantissimo, andando a creare una sorta di lista dei clienti. A quest’ultimi saranno inviate delle e-mail ogni qualvolta che il sito web sia modificato o aggiornato.

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *