AI: cosa sono e quali sono alcuni esempi? Ecco tutte le info sulle Intelligente Artificiali

AI: cosa sono e quali sono alcuni esempi? Ecco tutte le info sulle Intelligente Artificiali

Il mondo si sta evolvendo rapidamente. Sempre più persone decidono di acquistare prodotti all’avanguardia, capaci di essere intelligenti e di soddisfare i bisogni di un essere umano in pochi passi. In pratica, si sta assistendo ad un’eventuale sviluppo delle AI, le intelligenze artificiali, delle forme senzienti robotiche, capaci di avere una vita propria per così dire.

Potrebbe sembrare l’incipit di un film o di un libro del genere ed invece questo è quello che sta accadendo nei nostri giorni. Anzi, alcune menti illustri, come Elon Musk, credono che le AI controllano gran parte della nostra vita e che ormai siano diventate un aspetto del quale non possiamo più fare a meno.

Ma nel dettaglio, cosa sono le intelligenze artificiali? Ebbene, in questo articolo verrà fatta una panoramica al riguardo, cercando di comprendere cosa sono le AI e quali sono alcuni degli esempi che si possono incontrare nella vita quotidiana.

AI: il futuro è già qui

Naturalmente, il concetto di AI, a volte anche rappresentato come IA, in italiano, è un concetto puramente fantascientifico. Tuttavia, non bisogna pensare a questo argomento solo come possibile in un mondo di auto volanti e androidi che sembrano umani. In poche parole, non c’è bisogno di immaginare un mondo alla Blade Runner o alla Star Wars per comprendere cosa possano fare le AI. Basta guardarsi intorno.

Ma prima di analizzare quelli che sono gli esempi comuni di Intelligenza Artificiale, occorre comprendere qualcosa in più in merito a questo argomento. Per IA, si intendono quelle macchine o quei dispositivi che sono capaci di pensare razionalmente, che sono capaci di dare risposte in modo logico e che interpretrano le informazioni che gli sono trasmesse in modo naturale. Un’IA può addirittura instaurare un dialogo, proprio come se si stesse parlando con una persona umana.

Inoltre, sembra che in futuro gli scienziati perfezioneranno sempre di più le IA, permettendo a queste ultime di godere di una maggiore autonomia. Una mossa che però non deve essere presa sotto gamba. Secondo alcuni, gli scenari in questo caso potrebbero essere potenzialmente distopici. Elon Musk, già citato in precedenza, ha definito le IA potenzialmente più pericolose dell’energia nucleare.

Dunque, occorre procedere con cautela quando si parla dello sviluppo delle AI. Ad ogni modo, il futuro sembra andare proprio in quella direzione, quindi è bene aspettare e rimanere cauti quando si parla delle ultime novità in questo campo.

AI: esempi del presente

A questo punto, dopo aver compreso cosa si intende per IA, ecco quelli che sono alcuni esempi al riguardo. Verranno prese in considerazione quelle che sono delle vere e proprie Intelligenze Artificiali, strumenti che vengono utilizzate ormai nella vita di tutti i giorni, magari anche senza accorgesene.

Ecco quali sono le IA che già da ora hanno un forte impatto sull’intera umnità.

Siri

Il primo esempio da prendere in considerazione è Siri. Da anni ormai, l’assistente vocale dell’iPhone, uno dei tratti distintivi di questo telefono, può essere considerata una IA. Non si tratta solo di una funzionalità dello smartphone, piuttosto di un compagno onnisciente, capace di fornire qualsiasi genere di informazione in pochi secondi. Siri può sostituire l’utente effettuando operazioni come chiamate, invio di messaggi, apertura di applicazioni, riproduzione di musica e molto altro ancora. Inoltre, rispetto alle prime versioni, ora è possibile intrattenere dei piccoli dialoghi, a volte inscenando dei veri e propri siparietti. In più, Siri è una IA che apprende e si modifica costantemente. Questo strumento accumula informazioni su come viene utilizzato, così da essere personalizzato ed adatto ai bisogni dell’utente. In poche parole, un amico intelligente che non smette mai di imparare: utile, ma speriamo che non abbia risvolti negativi nel prossimo futuro!

Alexa

Subito dopo Siri, tra le IA che vengono utilizzate più nel mondo c’è Alexa. Si tratta dell’assistente virtuale Amazon che ormai è presente nelle case della maggior parte degli italiani e non solo. Inoltre, Amazon sta puntando sull’inserimento di Alexa nei suoi diversi dispositivi. Ad esempio, le ultime versioni di Fire Stick, lo strumento che permette alla propria TV di diventare smart, possiedono una versione integrata di Alexa. Con Alexa è possibile parlare, fare domande, visualizzare le notizie e molto altro ancora. In più, se si collega Alexa ad altri dispositivi intelligenti presenti in un’eventuale casa domotica, si possono ottenere risultati straordinari. In pratica, si può chiedere all’IA di aprire e chiudere le finestre, accendere le luci, collegare il Wi-Fi ed altro. Non c’è da stupirsi se sempre più persone adorano quest’Intelligenza Artificiale incredibilmente all’avanguardia.

Automobili Tesla: l’IA elevata al quadrato

Uno degli esempi più lampanti delle IA moderne è da ricercarsi nelle automobili Tesla. Insomma, pensare ad automobili capaci di guidarsi da sole era un’utopia. Quando si menzionava questo argomento, magari si viaggiava con la fantasia e si era appunto appassionati del genere fantascientifico. Ora invece, grazie alle IA questa è una realtà. Le automobili Tesla sono capaci di guidare da sole in totale sicurezza. Addirittura, alcuni video su internet mostrano i passeggeri all’interno dell’auto dormire mentre quest’ultima li accompagna alla meta di destinazione. Tesla riconosce i segnali stradali, guida in modo ottimale e evita il contatto con le altre vetture. Un sogno diventato realtà che comunque deve essere ancora perfezionato. Tuttavia, il futuro spinge in quella direzione e sembra proprio che preso le IA sostituiranno gli umani e le loro abilità da guidatori.

Netflix: l’IA ti suggerisce cosa guardare

Infine, tra gli esempi di IA moderne c’è da considerare Netflix. Esatto, la piattaforma streaming più famosa al mondo, che ormai tutte le fasce di età guardano, si basa su un’Intelligenza Artificiale. Difatti, quest’ultima controlla il catalogo di ogni utente e decide quali programmi suggerire. L’IA in questo caso basa la selezione secondo i gusti dell’utente, visionando quelli che sono i programmi più guardati e quelli ai quali si è aggiunta la valutazione positive. Inoltre, negli ultimi tempi, Netflix ha introdotto la modalità shuffle. In pratica, la piattaforma farà partire un’episodio di una serie o un film a caso, scegliendo al posto dell’utente. Una cosa grandiosa per gli eterni indecisi, ma che in un certo mondo spegne il cervello delle persone, pensando al loro posto e decidendo in totale autonomia.

AI e PMI: un binomio vincente

Sviluppare un’IA per una PMI può essere davvero una scelta vincente. Questi strumenti possono aumentare la produttività ed essere anche sostenibili. Se vuoi fare una mossa intelligente e anticipare la concorrenza, contattaci ed insieme svilupperemo la tua AI personalizzata!

Leave a comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *